Luigi Sturzo: Musumeci (Regione Sicilia), “attorno al suo pensiero avvertiamo la necessità di confrontarci sulla lotta allo statalismo e sull’esaltazione delle autonomie locali”

“Desideriamo celebrare un doppio anniversario. Il centenario dell’Appello ai Liberi e ai Forti, evento politico di grande portata destinato a segnare una delle pagine più significative della storia italiana, e anche il sessantesimo anniversario della morte di don Luigi Sturzo, avvenuta nel 1959. Due ricorrenze che quest’anno, attraverso il Convegno promosso a Caltagirone, per riflettere sul pensiero politico di questo grande statista”. Così Nello Musumeci, presidente della Regione Siciliana, durante la conferenza stampa di presentazione del convegno internazionale “L’attualità di un impegno nuovo” che si terrà a Caltagirone dal 14 al 16 giugno prossimi per ricordare l’attualità dell’impegno e del pensiero di don Luigi Sturzo.
“Da presidente della Regione – ha aggiunto – non posso non evidenziare la statura morale, culturale e politica di don Sturzo: attorno al suo pensiero oggi avvertiamo la necessità di confrontarci e di riflettere, specialmente sulla lotta contro lo statalismo, sull’appello ad essere liberi dalla partitocrazia e sull’esaltazione delle autonomie locali”.
Secondo Musumeci, “il centenario dell’Appello ai Liberi e Forti rappresenta un’occasione per ragionare sull’attualità del pensiero sturziano e per consolidare le iniziative che si richiamano ai principi che lo stesso don Luigi Sturzo volle promuovere nella sua impegnativa e travagliata esistenza”. “La Regione – ha concluso – con un modesto ma convinto contributo economico, sostiene questa lodevole iniziativa nella sua città natale, Caltagirone”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa