Messico: scalpore per arresto in California di Naasón Joaquín García, leader di “Luz del mundo”

Suscita scalpore in Messico la notizia che il leader della sedicente chiesa “Luce del mondo”, Naasón Joaquín García, di origini messicane, è stato arrestato in California con le accuse di tratta di persone, pornografia infantile, stupro di un minore e altri crimini gravi.
In una dichiarazione, il procuratore generale della California Xavier Becerra ha annunciato l’arresto e il deposito di accuse contro Garcia, che, insieme ad altre persone, avrebbe commesso i crimini di cui è accusato tra 2015 e 2018, quando già guidava la chiesa, considerata da alcuni parte della galassia pentecostale, da molti altri una vera e propria setta.
“Luce nel mondo” è stata fondata dal nonno di Joaquín García e ha sede in Messico, a Guadalajara. Ha una visione restaurazionista antitrinitaria e secondo le statistiche ufficiali messicane ha circa 200mila fedeli (cifra che la metterebbe al secondo posto tra le confessioni religiose dopo la Chiesa cattolica). È particolarmente diffusa, oltre che in Messico, anche negli Usa e in altri 26 Paesi di tutto il mondo.
In una nota “Luce del mondo” reclama l’innocenza del proprio leader ed esprime fiducia nell’operato delle autorità giudiziarie californiane.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa