Pontificia Accademia Teologia: mons. Sanna (presidente), “a servizio del dialogo tra teologia e scienze umane”

“Sono profondamente grato al Santo Padre per la nomina a presidente della Pontificia Accademia di Teologia. Come responsabile del coordinamento di questo organismo della Santa Sede, mi metto a servizio della ricerca teologica e del dialogo fecondo tra la teologia e le scienze umane”. Lo afferma l’arcivescovo emerito di Oristano, mons. Ignazio Sanna, dopo la nomina a presidente della Pontificia Accademia di Teologia. “Cambia la società, cambia il modo di pensare, e cambia anche il modo di fare teologia – evidenzia il presule -. Papa Francesco ha proposto un nuovo paradigma per cui, nella ricerca teologica e nel dialogo della teologia con le scienze umane, non si parte dal testo ma dal contesto. Cioè, i problemi della gente, le vicende della politica, dell’economia, dell’arte aspettano le risposte del Vangelo e delle beatitudini”. Ricordando prima i 36 anni da teologo all’Università Lateranense e poi la nomina ad arcivescovo di Oristano, mons. Sanna sostiene, in questo secondo periodo, di essersi “convertito a fare la teologia della vita, assumendo il ministero di maestro e guida del popolo santo di Dio”. “Ora il Papa mi chiede di portare la ricchezza di umanità acquisita con il ministero episcopale alla promozione del dialogo della verità del Vangelo con le verità della filosofia e delle scienze. Sono lieto di rispondere con gioia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa