This content is available in English

Commissione europea: progetto i-Portunus per mobilità artisti. “Stimolare creatività e competitività”

(Bruxelles) Si è aperta la seconda delle tre finestre per presentare le candidature per il progetto i-Portunus della Commissione europea a sostegno della mobilità europea degli artisti. L’obiettivo è aiutare fino a 500 artisti a intessere o migliorare collaborazioni e creare nuove opere, consentendo loro di recarsi in un altro Paese per un periodo da 15 a 85 giorni. Il progetto, dotato di un milione di euro, guarda alle arti sceniche e alle arti visive. Più di 1.200 domande sono state presentate ad aprile, prima fase per le candidature. “La mobilità transfrontaliera degli artisti è essenziale per stimolare la creatività e la competitività nei nostri settori culturali”, secondo Tibor Navracsics, commissario per istruzione, cultura, gioventù e sport. “Continueremo a sostenere la mobilità degli artisti quest’anno e nel prossimo, in modo da poter avviare un’iniziativa specifica in futuro”. La Commissione ha infatti già in programma di investire ulteriori 1,5 milioni di euro in progetti simili l’anno prossimo e di prepararsi così al 2021, quando la mobilità di artisti e professionisti della cultura dovrebbe diventare parte permanente del nuovo programma Europa creativa. Per le domande c’è tempo fino al 24 giugno (ore 14). Il bando contempla come possibilità la mobilità di gruppo (fino a cinque persone), la mobilità segmentata (fino a tre viaggi di almeno cinque giorni ciascuno per un minimo di 15 e un massimo di 85 giorni) e sostegni supplementari per artisti con bisogni speciali. Ai primi di luglio si aprirà la terza tranche del bando.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa