Sea-Watch 3: la nave è entrata in acque italiane. Mediterranea, “autorità concedano subito l’approdo”

La nave Sea-Watch 3 ha deciso di forzare il blocco ed entrare in acque italiane per portare in salvo i naufraghi sull’isola di Lampedusa. “Chiediamo che le autorità concedano subito l’approdo per poter sbarcare e assistere le 42 persone che da troppi giorni sono costrette in mezzo mare dopo aver subito torture e violenze in Libia e aver rischiato la vita in mare”: lo afferma Mediterranea saving humans, la missione di salvataggio delle vite umane nel Mediterraneo messa in campo da diverse realtà della società civile italiana. “Ora basta. Al fianco di Sea-Watch e della comandante Carola, per i diritti umani”, ribadiscono. Il ministro dell’interno Matteo Salvini minaccia di schierare la forza pubblica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo