Caldo: Coldiretti, “in Italia al momento non c’è allarme siccità”

“In Italia al momento non c’è allarme siccità, nonostante il caldo record che sta interessando tutta la penisola con temperature bollenti nelle città e nelle campagne”. Lo afferma in un comunicato la Coldiretti, che ha analizzato le disponibilità idriche necessarie per affrontare la straordinaria emergenza provocata dall’arrivo dell’ondata calore. “Le riserve di acqua – sottolinea la Coldiretti – sono per ora garantite grazie alle precipitazioni del mese di maggio. Buono il livello di riempimento dei grandi laghi italiani, bene anche i bacini artificiali in Piemonte, vicino alla capacità massima. Anche i bacini in Emilia Romagna e del centro-sud – dal Lazio all’Abruzzo fino alla Calabria e alla Sicilia – non destano preoccupazione. Difficoltà si registrano solo in Basilicata e in Sardegna”. Con le temperature superiori ai 35 gradi “anche le piante – spiega la Coldiretti – sono a rischio stress idrico e colpi di calore che compromettono la crescita dei frutti negli alberi, bruciano gli ortaggi e danneggiano i cereali. L’intervento con irrigazione di soccorso è importante soprattutto per far sopravvivere le piantine più piccole, che non avendo radici sviluppate non riescono a raggiungere lo strato umido del terreno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo