Sea-Watch 3: l’appello dei migranti a bordo, “siamo esausti, fateci scendere”

“Siamo stanchi, siamo esausti. Fateci scendere. Chiediamo aiuto all’umanità”. È l’appello in video lanciato dai 42 migranti che da oltre 12 giorni si trovano a bordo della Sea-Watch 3 al confine con le acque territoriali italiane, al largo di Lampedusa.  Il video è stato pubblicato sui social dal Forum Lampedusa Solidale, che riunisce diverse realtà, tra cui la parrocchia di San Gerlando a Lampedusa e la Federazione delle Chiese evangeliche. “Immaginate come deve sentirsi una persona che è scappata dalle carceri libiche e che ora si trova costretta in uno spazio ristretto, seduta o sdraiata senza potersi muovere – dice in francese Hermann, a nome di tutti-. È inevitabile rischiare di sentirsi male. Non ce la facciamo più, la barca è piccola e non possiamo muoverci. Non c’è spazio. L’Italia non ci autorizza a sbarcare, chiediamo il vostro aiuto, chiediamo l’aiuto delle persone a terra. Pensateci perché qui non è facile”.

Update from Sea-Watch 3

(DE/EN) Vor sieben Tagen appellierte Hermann an die Solidarität der Europäer*innen. Seitdem hat sich die Situation für die 42 Menschen, die weiterhin auf der Sea-Watch 3 festsitzen, weiter verschärft. Nachdem sie den libyschen Foltergefängnissen entkommen sind, verweigert die EU ihnen seit 12 Tagen ihre Menschenrechte.Hermann gibt uns einen Überblick über die Bedingungen an Bord: "Wir können das nicht mehr aushalten, wir sind von allem abgeschnitten, wir können nichts tun, wir können nicht einmal gehen, ein bisschen weiter gehen, weil das Boot klein ist und wir viele sind. Es gibt keinen Platz mehr.“ Sie brauchen sofort einen sicheren Hafen.—–Seven days ago Hermann addressed the Europeans to call on their solidarity. So far the situation worsened for the 42 people still stuck on the Sea-Watch 3. Having escaped the Libyan torture prisons, the EU deprives them of their basic human rights for 12 days now.Hermann gives us an overview of the conditions on board: «We cannot hold any longer, we are deprived of everything, we cannot do anything, we cannot even walk, go a bit further, because the boat is small and we are plenty, there is no more space». They urgently need a Port of Safety.

Pubblicato da Sea-Watch su Lunedì 24 giugno 2019

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo