Argentina: Giornata contro la droga. Vescovi, “promuovere attività sportive” nei quartieri più poveri

Per la Giornata internazionale contro l’uso improprio e il traffico illecito di droghe, che sarà celebrata domani, 26 giugno, “proponiamo di dare vita a corse o attività sportive in ogni diocesi”, all’insegna dello slogan “Vincere la strada attraverso sport inclusivi”. Lo scrive la Commissione nazionale di pastorale sulle droghe e la tossicodipendenza della Conferenza episcopale argentina, in un comunicato diffuso ieri.
“Riconosciamo – si legge nella nota – che molte delle comunità del nostro Paese vengono sopraffatte dalla difficoltà di prevenire il problema delle dipendenze nei nostri bambini e giovani. Tuttavia, una pratica quotidiana è data in tutti i nostri spazi ecclesiali, una valida risposta preventiva: si tratta dello sport”, visto come luogo di incontro e di contenimento, buon uso del tempo libero, un processo educativo, sviluppo personale e sociale, un ponte tra la strada e scuola ed esperienza di comunità”.
In mezzo alla crisi che attanaglia il Paese e coinvolge soprattutto i minori, “è necessario moltiplicare gli spazi di contenimento e cura per la vita. Con dolore, riconosciamo che, per l’attuale difficile situazione economica, alcuni club di quartiere non possono aprire le loro porte. Speriamo come Chiesa di essere più aperti, impegnati e presenti nella ricerca, conservazione e moltiplicazione di luoghi per la pratica sportiva”.
Conclude la Commissione: “Che la nostra risposta come Chiesa sia quella di moltiplicare in ogni quartiere la pedagogia della presenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo