Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Olimpiadi invernali, oggi il verdetto tra Milano e Stoccolma. India, crolla un tendone: 14 morti

Olimpiadi invernali: Losanna, oggi la decisione del Cio. La scelta è fra Milano-Cortina e Stoccolma-Are

È atteso per le 18 di oggi il verdetto del Comitato olimpico internazionale che, riunito a Losanna, dovrà stabilire a quale città assegnare le Olimpiadi invernali del 2026: la resa dei conti sarà tra Milano-Cortina e Stoccolma-Are (Svezia). Si tratta delle uniche candidatura rimaste dopo i ritiri, negli anni, di Calgary (Canada), Sion (Svizzera), Graz (Austria), Sapporo (Giappone) ed Erzurum (Turchia). In caso di assegnazione, le Olimpiadi di Milano-Cortina si disputerebbero 20 anni dopo quelle di Torino 2006. Le Olimpiadi invernali in Italia si sono disputate anche nel 1956 a Cortina d’Ampezzo. Le Olimpiadi invernali 2022 si disputeranno a Pechino. Per l’assegnazione occorrono 42 voti.

Terremoto: scossa di magnitudo 3.6 a tre chilometri dal comune di Colonna. Paura anche a Roma

Tanta paura, gente in strada ma niente danni finora per la scossa di magnitudo 3.6 registrata a tre chilometri dal comune di Colonna, ad una ventina di chilometri da Roma. Il terremoto è stato registrato dall’Ingv a 9 chilometri di profondità, con epicentro vicino al piccolo centro di 4mila abitanti nei Castelli Romani. San Cesareo, Gallicano nel Lazio, Zagarolo e Monte Compatri gli altri Comuni vicini. “Stiamo facendo delle verifiche – ha detto all’ANSA il sindaco di Colonna Fausto Giuliani – perché qualche edificio in centro risulta lesionato. Per ora non abbiamo segnalazioni di feriti. C’è stata tanta paura in paese”. Gente in strada e chiamate al 112 anche a Roma, dove la scossa è stata avvertita in maniera netta nella zona est della capitale.

Cronaca: Lecce, 30 ordinanze di custodia cautelare per associazione di stampo mafioso

I carabinieri del Comando provinciale di Lecce stanno eseguendo 30 ordinanze di custodia cautelare, di cui 19 in carcere e 11 agli arresti domiciliari, nei confronti di altrettanti soggetti indagati per associazione di tipo mafioso. Le accuse a vario titolo riguardano anche associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, danneggiamento seguito da incendio, detenzione abusiva di armi e di materie esplodenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione, ricettazione, minaccia aggravata, porto abusivo di armi, sequestro di persona e violenza privata. Tra i catturati – segnala l’Ansa – figura anche un pregiudicato elemento di spicco della Sacra corona unita. Il sindaco di un comune della provincia di Lecce èindagato per concorso esterno in associazione mafiosa.

Turchia: Imamoglu rivince le elezioni amministrative. Sconfitta per il partito di Erdogan

Festeggiamenti per le strade di Istanbul per la vittoria alle elezioni amministrative del candidato delle opposizioni Imamoglu. Si tratta di una evidente sconfitta per il partito Akp del presidente turco Erdogan, che perde per la seconda volta le elezioni di cui aveva chiesto la replica. “Ha vinto la democrazia”, ha dichiarato il repubblicano Ekrem Imamoglu. L’avversario, l’ex premier Binali Yilim, ha riconosciuta la sconfitta. La poltrona di sindaco della città sul Bosforo potrebbe essere usata da Imamoglu come trampolino per il palazzo presidenziale di Ankara.

Repubblica Ceca: protesta popolare a Praga contro il presidente Babis indagato per frode

Marea umana ieri contro Andrej Babis. Centinaia di migliaia di persone – 250mila secondo gli organizzatori – hanno invaso Praga nella più grande protesta dal 1989. Il premier della Repubblica Ceca è indagato per frode fiscale e conflitto d’interessi in Europa. Avrebbe ottenuto indebitamente due milioni di euro di fondi europei. Quando la polizia ha chiesto alla procura di incriminare il premier, è stato silurato il ministro della giustizia. Un rapporto della Commissione europea ha rivelato – inoltre – che Babis è ancora beneficiaro dei proventi di un gruppo trasferito a due fondi fiduciari. Deve restituire 17,5 milioni di euro in sussidi. La protesta è organizzata dal gruppo “Mille momenti per la democrazia”, nato da un’iniziativa studentesca e trasformatosi in un movimento di massa.

India: crolla il tendone durante una festa religiosa: almeno 14 le vittime

Almeno 14 persone sono rimaste uccise e oltre 50 ferite nel crollo di un tendone a causa di forti piogge e venti, in Rajastan, India settentrionale. Lo riporta la Bbc. Erano circa 300 le persone che si erano raccolte sotto al tendone per una festività religiosa. Alcune delle vittime sono rimaste uccise dai cavi elettrici quando la copertura si è accasciata, altri sono morti travolti dalle macerie. Il premier indiano Narendra Modi ha espresso la sua vicinanza alle famiglie colpite definendo l’incidente una “disgrazia”.

Cambogia: Sihanoukville, crollo di un edificio in costruzione, 24 morti. Ricerche in corso tra le macerie

Sale a 24 morti e altrettanti feriti il bilancio delle vittime del crollo sabato di un edificio in costruzione in Cambogia, mentre proseguono le ricerche dei soccorritori tra le macerie. Il palazzo di sette piani è crollato sulle decine di lavoratori edili che dormivano come ogni notte al secondo piano. Il condominio era in costruzione nella località balneare di Sihanoukville, che ha diversi progetti finanziati dalla Cina. Quattro cittadini cinesi coinvolti nella costruzione sono stati arrestati e il crollo è sotto indagine.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa