Mons. Dubost amministratore apostolico di Lione: p. Baumgarten (vicario generale), “a lui poteri pastorali ma titolare diocesi rimane Barbarin”

L’arcivescovo titolare di Lione rimane il card. Philippe Barbarin, condannato a sei mesi con la condizionale per non aver denunciato i casi di presunti abusi sessuali sui minori da parte di un sacerdote della sua diocesi, ma “i suoi poteri di vescovo diocesano sono trasferiti all’amministratore apostolico”. Lo precisa in una nota il vicario generale moderatore Yves Baumgarten, a seguito della nomina da parte di Papa Francesco a amministratore apostolico dell’arcidiocesi di Lione di mons. Michel Dubost, vescovo emerito di Evry-Crobeil-Essonnes. “Tre mesi fa – scrive p. Baumgarten – il cardinale ha preso la decisione in accordo con il Santo Padre di sospendersi dalla sua missione di arcivescovo di Lione e mi ha affidato la gestione della diocesi. Desidero ringraziare tutti gli attori pastorali per il loro sostegno e per la loro azione nella pace e nell’unità”. Oggi, prosegue la nota, “il Santo Padre ha nominato mons. Michel Dubost, vescovo emerito di Evry, come amministratore apostolico ‘sede plena’ per la nostra diocesi”. “Il card. Barbarin – precisa Baumgarten – rimane arcivescovo titolare di Lione”, ma “i suoi poteri di vescovo diocesano sono trasferiti all’amministratore apostolico”. “Nell’esprimergli gratitudine per avere accettato di essere amministratore apostolico – conclude p. Baumgarten – siamo tutti desiderosi di accogliere con gioia e fiducia mons. Michel Dubost per consentirgli di compiere questa missione al servizio della nostra diocesi assicurandogli la nostra piena collaborazione”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa