Decreto crescita: Fiaschi (Forum), “proroga a modifica degli statuti complica la riforma del Terzo Settore”

“Una iniziativa positiva per la quale il Forum si era adoperato nei mesi scorsi e che elimina una serie di appesantimenti burocratici per le associazioni e le imprese sociali”. Così la portavoce del Forum Terzo Settore, Claudia Fiaschi, sulla fiducia votata dalla Camera al Decreto “crescita” che ora passa al Senato, in riferimento alle norme incluse nel decreto che modificano la legge “spazza corrotti” per le organizzazioni di Terzo settore. “La proroga per la modifica degli statuti di organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e onlus, formulata nuovamente con una scadenza disancorata dalla data di effettiva entrata in vigore del Registro Unico, complica ulteriormente il quadro applicativo della riforma – avverte Fiaschi – soprattutto per i numerosi enti che in questi mesi hanno già provveduto a mettersi in regola e modificare gli statuti nelle proprie assemblee”. Dal Forum l’impegno a “proseguire nell’opera di confronto e collaborazione col governo per creare quanto prima un indispensabile quadro di certezza e nel lavoro di assistenza agli enti che nei prossimi mesi hanno già convocato le proprie assemblee”. “Le oltre trecentomila organizzazioni di Terzo settore del nostro Paese sono da troppo tempo in una situazione di incertezza che non gli consente di operare al meglio e programmare il proprio futuro. È ora di superare questa situazione di stallo, predisponendo i provvedimenti mancanti, necessari per la piena operatività della riforma, primo tra tutti la richiesta dell’autorizzazione EU sui benefici fiscali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia