Ucai: San Miniato, la Stella dell’arte per le arti visive allo scultore non vedente Felice Tagliaferri

Stasera, alle 18.30, nell’aula magna del Seminario, a San Miniato, l’Unione cattolica artisti italiani (Ucai) consegnerà allo scultore non vedente Felice Tagliaferri la Stella dell’arte per le arti visive. Introdurrà l’incontro Fabrizio Mandorlini, presidente Ucai San Miniato, interverrà mons. Andrea Migliavacca, vescovo di San Miniato, porterà un saluto conclusivo il sindaco di San Miniato, Simone Giglioli. “Felice Tagliaferri non è solo un grande scultore internazionale, ma anche una bella persona – spiega Mandorlini -. A lui, non vedente dall’età di 14 anni, non permettevano di toccare il Cristo velato, l’opera di Giuseppe Sanmartino che si trova nella Cappella di Sansevero, perché per Tagliaferri vedere è toccare. Gli dissero che il marmo si sarebbe rovinato. Da qui l’idea di realizzare un suo Cristo, che fosse per tutti perché l’arte non deve essere preclusa a nessuno, anche chi ha una disabilità deve poterne godere”. Con la Stella dell’arte a Tagliaferri si conclude il percorso di Ucai San Miniato che ha visto nel 2019 la consegna del riconoscimento nelle scorse settimane a Lino Guanciale (per il teatro), al card. Lorenzo Baldisseri (per la musica), ad Antonio Interguglielmi (per la letteratura), a If Design Franco Tagliabue (per l’architettura).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori