Giornata rifugiato: Caritas Venezia, oggi incontri, laboratori, spettacoli e dibattiti aperti a tutti. Interviene anche il patriarca Moraglia

Una giornata aperta a tutti, voluta dalla Caritas veneziana (con altre realtà associative del territorio) e fatta di incontri, laboratori, momenti di spettacolo, riflessione e convivialità: si terrà oggi, Giornata mondiale del rifugiato istituita dalle Nazioni unite. “A casa, oltre il mare” il motto che accompagna ed unifica le diverse iniziative che puntano – spiega Martina Libertà, operatrice Caritas – “a porre l’accento non solo sul rifugiato che giunge dal mare ma anche sulla sua necessità di trovare un rifugio e, quindi, su che cosa possono fare le comunità che li ricevono per essere veramente accoglienti”. Sarà l’occasione per focalizzare l’attenzione e aggiornare sul buon esito dei “corridoi umanitari”, pratica appena rinnovata – da Cei e Comunità Sant’Egidio, con i ministeri dell’Interno e degli Esteri – con un nuovo protocollo che prevede l’arrivo, in due anni, di 600 richiedenti asilo da Etiopia, Niger e Giordania. “La pratica dei corridoi umanitari – continua Libertà – è davvero una bella esperienza che permette di evitare la traversata ed effettuare un ingresso legale e sicuro, collegato ad un progetto di inserimento. Certo, non può essere l’unica strada ed è importante, soprattutto in fase di seconda accoglienza, l’impegno e la sensibilità delle comunità del territorio perché si facciano casa e rifugio”. Tra le iniziative un laboratori per bambini “per scoprire in modo semplice cos’è e cosa vuol dire avere una tana, un rifugio, una casa”; un laboratorio per ragazzi, giovani e adulti sul “Giornalismo fake”; un convegno intitolato “Nella legalità, oltre le prassi, oltre il mare” con, fra gli altri, Francesco Mason (Associazione studi giuridici sull’immigrazione), Giovanna Corbato (Caritas italiana) e il sacerdote eritreo Mussie Zerai. Al convegno interverrà anche il patriarca di Venezia, Francesco Moraglia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori