Diocesi: Civitavecchia, oggi messa di apertura dell’Anno eucaristico presieduta dal nunzio Tscherrig

Sarà mons. Emil Paul Tscherrig, nunzio apostolico in Italia, a presiedere oggi, giovedì 20 giugno, nel Forte Michelangelo a Civitavecchia la messa di apertura dell’Anno eucaristico diocesano indetto dal vescovo di Civitavecchia-Tarquinia, mons. Luigi Marrucci. Al termine si svolgerà la solenne processione fino alla cattedrale che verrà aperta dai bambini di tutte le parrocchie che hanno ricevuto la Prima Comunione nel corso dell’ultimo anno, chiamati a sfilare con la veste bianca. “L’Anno eucaristico – spiega mons. Marrucci – vuole essere un periodo di tempo dedicato alla riflessione e alla preghiera per ravvivare, nei cristiani l’amore e l’adorazione a Gesù presente nell’Eucaristia e, per tutti, incontrare e accogliere la “carne sofferente” di Cristo in ogni persona che bussa alla porta del cuore. Ritengo urgente riprendere questi due aspetti di vita dell’uomo contemporaneo; del resto, le nostre relazioni hanno sempre questa duplice modalità: una verticale ed è il rapporto con la trascendenza, l’altra orizzontale ed è la relazione con i fratelli”. La solennità del Corpus Domini segnerà questo periodo che verrà aperto giovedì e si concluderà il 14 giugno 2020 con la processione e l’infiorata a Tarquinia. L’Anno eucaristico sarà vissuto dalle singole comunità parrocchiali, dalle associazioni e dai movimenti ecclesiali “per recuperare il senso della preghiera e dell’adorazione verso l’Eucaristia e per concretizzare l’amore di Dio in gesti di solidarietà, di accoglienza e di carità fraterna”. Per introdurre l’Anno eucaristico diocesano, mons. Marrucci ha pubblicato la lettera pastorale dal titolo “Cinque pani e due pesci”. Nei prossimi mesi seguiranno altre due lettere sulla celebrazione eucaristica e sulla missione della Chiesa “che dall’Eucaristia sgorga e attinge forza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori