Università Cattolica: Milano, corsi di formazione per nuovi commercialisti d’azienda

Un commercialista capace non più solo di districarsi tra fisco, tasse e adempimenti ma in grado di operare nelle aree di Corporate Advisory, fornendo alle aziende consulenze di alto livello. A formare i dottori commercialisti del futuro è la facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. In partnership con l’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Milano ha messo a punto il nuovo curriculum di Finanza-Corporate Advisory della laurea magistrale in Economia dei mercati e degli intermediari finanziari, che integra e potenzia le competenze del dottore commercialista con quelle tipiche dell’esperto in Corporate Finance. La specializzazione in Corporate Advisory, secondo la presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti Marcella Caradonna, “rappresenta oggi un’area di grande evoluzione della professione di dottore commercialista, sempre più chiamato a supportare le esigenze di continuo cambiamento delle imprese, che richiedono competenze evolute sui temi della Corporate Finance”. “La nuova figura professionale sarà capace di affrontare situazioni di crisi che nel quotidiano possono minare il bene di un’impresa”, segnala una nota dell’ateneo. Che cita, come esempio, operazioni di Merger&Acquisitions, piani industriali, valutazioni aziendali, rating advisory, progettazione e gestione di strumenti finanziari, gestione del leverage, piani di ristrutturazione, risoluzione di crisi finanziarie d’impresa. “Per caratteristiche e contenuti studiati il corso di laurea costituisce un unicum nel panorama nazionale dell’offerta formativa”, sostiene la preside della facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative dell’Università Cattolica, Elena Beccalli. Il corso magistrale è di durata biennale e prevede lo svolgimento del tirocinio in studi di consulenza nazionali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo