Demenza: in tutta Italia sono 24 le “Comunità amiche” inserite nella rete della Federazione Alzheimer

Da nord a sud Italia, 24 territori diversi uniti dalla comune volontà di includere le persone affette da demenza. Si va dal supermercato dementia friendly di Bari al percorso di stimolazione multisensoriale tra le montagne trentine, passando per il volontariato a domicilio nella bergamasca. È la fotografia della rete italiana delle “Comunità amiche”, promosso dalla Federazione Alzheimer. “Il principio ispiratore delle ‘Comunità amiche delle persone con demenza’ sta nell’imparare a conoscere la demenza per eliminare lo stigma nei confronti dei malati e dei loro familiari, permettendo loro di partecipare alla vita attiva della comunità e migliorare così la loro qualità di vita – spiega Gabriella Salvini Porro, presidente della Federazione Alzheimer Italia -. Sono realtà dove ascolto, comprensione e inclusione sono le parole all’ordine di ogni giorno”. Grazie alle “Comunità amiche” è stato avviato sul territorio un percorso dove i cittadini hanno la possibilità di trasformarsi in una rete, capace di accogliere e coinvolgere le persone con demenza. Questo percorso è fatto di incontri divulgativi, eventi ludici, culturali e sportivi orientati alla partecipazione della cittadinanza; il tutto inteso sempre insieme alle persone con demenza che abitano la comunità. Si tratta di un percorso che per tutte le Comunità è in continua evoluzione e senza la parola “fine”, sempre supportato dalla Federazione Alzheimer che offre le linee guida e gli strumenti di misurazione e controllo. Ciò che invece differenzia ogni Comunità è la specificità del territorio che comporta l’ideazione e l’organizzazione di iniziative peculiari e originali, che stanno ottenendo importanti risultati sia nelle Comunità che sono dementia friendly ormai da tre anni – da quando cioè è stato ideato e avviato il progetto – sia in quelle che hanno aderito da pochi mesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo