Accoglienza: Miraglia (Arci), “maggioranza di italiani non si rispecchia nell’odio e nella paura”

“Pensiamo che ci sia una maggioranza di italiani che è a favore dell’accoglienza, a favore dei diritti della Costituzione, una maggioranza che non si rispecchia nell’odio e nella paura”. Così Filippo Miraglia, responsabile immigrazioni dell’Arci, intervenendo a Roma alla conferenza di presentazione della Campagna #IoAccolgo. La campagna vede la partecipazione di 46 associazioni italiane e internazionali, il cui denominatore comune è la volontà di creare ponti e non muri: “Non vogliamo arrenderci a un Paese dove i porti sono chiusi e non vogliamo arrenderci al fatto che questo sia diventato il modo per raccogliere consensi.” Il responsabile immigrazioni dell’Arci sottolinea la necessità e l’urgenza di rendere visibile questa parte di Italia attiva e in fermento: “Facciamo appello a tutti i cittadini perché oggi salgano sulla nostra barca con tutti quelli che si sentono minoranza in un contesto in cui prevale odio”. Dati alla mano, Miraglia ha precisato come l’Italia sia al quattordicesimo posto come Paese per accoglienza rifugiati. “Non possiamo continuare a fare le vittime, chiedendo aiuto all’Unione europea, ben sapendo che se ci fosse una distribuzione equa a noi spetterebbero più migranti da accogliere. Per questo vogliamo raccontare la verità. Questa campagna è un’opportunità per tutti coloro che vogliono far emergere i diritti”. Infine Miraglia ricorda che l’essenza di una democrazia si declina nella partecipazione del popolo: “Chiediamo a tutti di partecipare. Pensiamo che anche così politica, cultura e giornalisti rappresenteranno l’Italia in un modo migliore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo