Usa: Baltimora, fino al 13 giugno assemblea di primavera dei vescovi sul tema degli abusi

(da New York) Si apre oggi a Baltimora l’assemblea generale di primavera dei vescovi americani. Fino al 13 giugno i presuli provenienti dalle diocesi statunitensi si troveranno per discutere e votare le misure sulla responsabilità dei vescovi nella gestione degli abusi. In particolare, verranno ascoltate le relazioni del Consiglio consultivo e del Comitato di controllo. Quest’ultimo ha anticipato i dati dei casi registrati negli ultimi 30 anni, precisando che dagli anni ’80 ad oggi sono dimezzati e che nel 2018 si sono verificati solo tre episodi. “Il numero di nuove accuse oggi è una piccola parte di ciò che erano”, ha commentato il presidente della Conferenza episcopale, card. Daniel DiNardo, ricordando la parabola della pecorella smarrita, per salvare la quale il pastore abbandona le altre 99. “Per far giustizia, dobbiamo cercare ogni figlio di Dio la cui innocenza è stata sottratta da un orribile predatore in un momento qualsiasi, decenni fa o oggi stesso”, ha concluso DiNardo che ribadisce il punto sulla tolleranza zero. La Conferenza episcopale ha aperto un nuovo sito, dove si sottolinea l’importanza della prevenzione, della protezione e della responsabilità per sradicare gli abusi sessuali del clero. E sul sito la Carta di Dallas e il Motu Propriu del Papa provano l’impegno della Chiesa universale. Durante l’incontro di Baltimora, i vescovi approveranno l’elenco nazionale per la formazione, il ministero e la vita dei diaconi permanenti e le revisioni ai documenti sull’ordinazione dei vescovi, dei sacerdoti e dei diaconi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo