Strutture sanitarie cattoliche: card. Bassetti, “ho trovato medici generosi che pagano il ticket ai poveri. Le persone si dividono tra chi ama e chi non ama”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Con riferimento ai poveri sempre più numerosi che rinunciano alle cure per motivi economici, il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia–Città della Pieve e presidente della Cei, intervenendo all’odierna Giornata sulle strutture sanitarie cattoliche afferma a braccio: “Io li ho trovati medici che hanno pagato i ticket di tasca loro, che rinunciano a tanto pur di aiutare il prossimo. Sono cristiani e anche laici perché non è la religione che distingue l’umanità delle persone: le persone si dividono semplicemente tra chi ama e chi non ama”.  “La carità cristiana, il comandamento dell’amore, si rivela oggi sempre più necessario, sempre più cogente – sostiene -. Lo diceva, profeticamente, Papa Benedetto”. E se “sempre ci sarà solitudine e dolore, sempre siamo chiamati ad alleviarli, a farcene carico, ad aiutare a portare il peso della sofferenza, come Simone di Cirene. E se un giorno saremo chiamati a rispondere delle nostre azioni e del nostro battesimo, quale sarà il criterio per essere destinati alla beatitudine eterna o alla sofferenza senza fine?”. Per il card. Bassetti, “la nostra salvezza dipenderà dall’aver o meno servito i fratelli e le sorelle nei loro momenti di vulnerabilità, dalle relazioni di comunione che avremo stabilito, dalla nostra capacità di sanare quelle relazioni che verranno ferite dagli inevitabili, complessi, percorsi della vita. Al termine della nostra esistenza terrena, ci ricorda il Vangelo, saremo giudicati sulla nostra capacità di avere amato”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo