This content is available in English

Lussemburgo: Echternach, tradizionale “processione danzante” con 39 gruppi musicali e 138 formazioni di danza

C’era il sole stamane a Echternach, così la tradizionale “processione danzante” in onore di san Willibrordo ha potuto attraversare il centro della cittadina nel granducato del Lussemburgo. Migliaia le persone che hanno formato il corteo danzante, altrettanti gli spettatori di questa tradizionale festa religiosa che si ripete dal XVI secolo nel martedì dopo la Pentecoste. Per questa edizione sono stati 39 i gruppi musicali o bande e 138 i gruppi danzanti: pellegrini che hanno camminato parte della notte per raggiungere Echternacht, associazioni, gruppi parrocchiali. Vestiti con la camicia bianca e tenendosi con un fazzoletto per mantenere l’ordine della fila, composta da cinque persone, avanzano i gruppi con un saltello verso destra e uno verso sinistra. Sono partiti alle 9.30 dal cortile dell’abazia di Ecthernach e intorno alle 13 gli ultimi gruppi sono arrivati al piazzale antistante la basilica, lungo un tracciato ad anello. A dare inizio alla processione le parole dell’arcivescovo del Lussemburgo Jean-Claude Hollerich, che ha poi presieduto la messa in basilica, iniziata dopo l’arrivo degli ultimi danzatori. A Echternach sono giunti anche un cospicuo numero di cardinali e vescovi delle diocesi limitrofe, di Germania, Paesi Bassi, Belgio, Francia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo