Sermig: sabato a Bergamo 6° appuntamento internazionale “Giovani della Pace”

Tutto pronto, a Bergamo, per il 6° appuntamento internazionale “Giovani della pace” del Sermig – Arsenale della pace di Torino che si svolgerà in piazza Vittorio Veneto, sabato 11 maggio (ore 15). Nella città lombarda sono attese decine di migliaia di giovani da tutta Italia e delegazioni da altri Paesi del mondo, “nel segno del dialogo, della solidarietà, dell’impegno a costruire un mondo migliore”. Al centro dell’evento, promosso in collaborazione con Comune, Provincia e diocesi di Bergamo, le testimonianze di Franco Leoni Lautizi, 80 anni, uno degli ultimi sopravvissuti della strage di Marzabotto, la più grave strage nazifascista in Italia della seconda Guerra mondiale, di padre Ibrahim Alsabagh, parroco di Aleppo, testimone diretto della guerra civile siriana e dell’assedio della città. Infine, Jeanette Chiapello, 27 anni, arrivata in Italia nel 1994, sopravvissuta al genocidio del Rwanda. “Da Bergamo lanceremo un messaggio di speranza, – spiega Ernesto Olivero, fondatore del Sermig – tutte le persone che parleranno hanno deciso di rispondere al male con il bene”. In questo spirito, si inserisce anche la presentazione dei “Punti di Pace” dei giovani: iniziative positive, idee e buone pratiche compiute dalle nuove generazioni nei contesti di vita quotidiana. Saranno raccolti fondi per promuovere tre progetti di solidarietà: la costruzione di pozzi in Etiopia ed Eritrea, il sostegno alle giovani famiglie di Aleppo, aiuti alimentari alla Caritas di Bergamo. Prevista poi la partecipazione artistica del Laboratorio del Suono, della cantautrice Amara, della ballerina e pittrice Simona Atzori, dell’inviato di Striscia la Notizia Max Laudadio. L’incontro sarà trasmesso in diretta via streaming sul sito www.giovanipace.org, sul canale Youtube e la pagina Facebook del Sermig – Arsenale della pace. L’appuntamento pomeridiano in piazza sarà anticipato al mattino dall’iniziativa “Dialoghi in città”. A partire dalle 10,30, in teatri, chiese e auditorium di Bergamo, esperti e testimoni dialogheranno con i giovani, per leggere le sfide del nostro tempo in una prospettiva di speranza. Il programma prevede inoltre alcuni momenti per i bambini e le loro famiglie: laboratori teatrali al mattino e la Marcia della pace di Felicizia alle 14. L’appuntamento internazionale dei Giovani della pace sarà preceduto venerdì sera alle ore 21 da una veglia di silenzio e preghiera per la pace nella basilica di Santa Maria Maggiore in Città Alta.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa