Salone del Libro: la presenza dell’editoria religiosa Libreria editrice vaticana e Gruppo Editoriale San Paolo

“Credere è comunicare”. È in questo modo che si presenta al Salone internazionale del Libro di Torino (che si è aperto oggi), la Libreria editrice vaticana (Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede) che a Torino arriva con Edizioni Musei Vaticani. In prima fila le diverse novità editoriali dell’anno a partire dai testi magisteriali di Papa Francesco e dei suoi predecessori tra cui Benedetto XVI e San Giovanni Paolo II. In occasione dell’appuntamento è stata lanciata una campagna informativa #SociaLev che illustra il ciclo produttivo dell’Editrice: è composta da cinque brevi video clip che ruotano attorno al viaggio di un monopattino elettrico alla scoperta dei luoghi chiave all’interno e all’esterno del territorio vaticano. Tutti i libri sono poi raccolti in un catalogo caratterizzato appunto dalla frase: “Credere è comunicare”.
Il tema del 32° Salone “Il gioco del mondo”, viene ripreso anche nella pavimentazione dello stand attraverso un inserto che si ispira al “gioco della campana”. Realizzato in tre colori, bianco, grigio e giallo, questo inserto ricorda uno dei giochi più diffusi dell’immaginario collettivo, in cui dal riquadro di partenza, disegnato con un gessetto (“terra”), avvengono i lanci del sassolino dove saltare su un solo piede, fino all’ultima casella chiamata “cielo”. Tra i due estremi, è il messaggio della Lev, si esprime attraverso la forza della Parola e della spiritualità dell’arte per fare da ponte tra i diversi saperi.
In prima fila sempre al Salone anche il Gruppo Editoriale San Paolo, che, oltre alle novità librarie, si presenta con una nutrita serie di eventi Come la presentazione di “La Chiesa di Francesco” di Fabio Marchese Ragona che discuterà con Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, Vincenzo Paglia, presidente Pontificia Accademia per la Vita e Paolo Liguori, direttore TgCom24 (sabato prossimo).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa