Papa Francesco: Motu proprio “Vos estis lux mundi”, “accoglienza, ascolto e accompagnamento” delle vittime

Nel nuovo Motu del Papa relativo al contrasto degli abusi da parte di membri del clero, c’è uno specifico articolo che si rivolge alle vittime. “Le Autorità ecclesiastiche – si legge, infatti, all’articolo 5 – si impegnano affinché coloro che affermano di essere stati offesi, insieme con le loro famiglie, siano trattati con dignità e rispetto”. In particolare, le autorità ecclesiastiche sono esortate ad offrire alle vittime degli abusi “accoglienza, ascolto e accompagnamento, anche tramite specifici servizi; assistenza spirituale assistenza medica, terapeutica e psicologica, a seconda del caso specifico”. Sono tutelate, infine, “l’immagine e la sfera privata delle persone coinvolte, nonché la riservatezza dei dati personali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa