Festival Biblico: Padova, oltre trenta appuntamenti per approfondire il tema della “Polis”

Sono oltre trenta gli appuntamenti che dal 10 al 12 maggio animeranno a Padova il Festival Biblico, che per il settimo anno consecutivo fa tappa nella città veneta. Tre giorni ricchi di proposte articolate attorno al tema della Polis e riconducibili all’interno di tre prospettive: biblica-teologica, artistica e politico-sociale. In tutto 25 gli appuntamenti che si alterneranno, accanto alla proposta di sei itinerari (di qualche ora o di un’intera giornata, tra case celebri difficilmente aperte al pubblico, visite notturne, percorsi di street art in bici, ecc.), un’esperienza di pellegrinaggio a piedi, e due mostre, una frutto di un concorso per le scuole lanciato proprio dal Festival (#Polis – Mai senza l’altro, dal 10 al 20 maggio al Centro culturale San Gaetano a Padova, con inaugurazione venerdì 10 maggio alle 11, preceduta da premiazione e laboratori didattici), e l’altra, sempre fotografica, di Gabriele Toso dal titolo “Who I am? Polis beyond the city” (dall’11 maggio al 2 giugno nella chiesa di San Gaetano a Padova). Tre gli appuntamenti della prospettiva biblico-teologica: un doppio incontro (a Padova e a Fiesso d’Artico), con il priore camaldolese e biblista p. Alessandro Barban, e la presentazione di due volumi – “L’inutile fardello” e “Introduzione ai vangeli dell’infanzia” – con la scrittrice Brunilde Neroni, don Carlo Locatelli (Caritas di Bergamo) e don Giovanni Brusegan (Ufficio ecumenismo e dialogo interreligioso di Padova).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa