Elezioni Ue: appello di 21 capi di Stato. “Un voto forte da parte dei popoli per il comune futuro europeo”

“La nostra Europa unita ha bisogno di un voto forte da parte dei popoli, ed è per questo che vi chiediamo di esercitare il vostro diritto a votare. È un voto sul nostro comune futuro europeo”. Termina con questo appello la lettera che 21 capi di Stato hanno sottoscritto per invitare i propri cittadini alle urne il 23-26 maggio. I leader affermano la necessità “di un vivace dibattito politico su quale sia la direzione migliore per il futuro, a partire dalla base fornita dalla Dichiarazione di Roma del 25 marzo 2017”. Ritengono inoltre che l’Europa sia “in grado di sostenere il peso di un dibattito che includa un’ampia gamma di opinioni e di idee”, senza tuttavia “ritornare a un’Europa nella quale i Paesi siano avversari piuttosto che partner alla pari”. Come spiega il sito del Frankfurter Allgemeine Zeitung, su cui l’Appello è stato pubblicato già nella serata di ieri, “l’iniziativa è stata lanciata all’inizio dell’anno dal presidente federale tedesco Frank-Walter Steinmeier” che vi ha lavorato insieme ai presidenti di Austria (Alexander van der Bellen), Italia (Sergio Mattarella), Grecia (Prokopios Pavlopoulos) e Finlandia (Sauli Niinistö). La lettera è stata sottoscritta dai capi di Stato di tutti gli Stati Ue, precisa sempre il Faz, “ad eccezione dei capi coronati, che tendono ad astenersi da dichiarazioni politiche”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa