Consiglio Ue: summit straordinario a Bruxelles il 28 maggio per le nomine europee

(dall’inviato a Sibiu) “I leader dei Paesi Ue hanno mostrato di volersi assumere responsabilità comune nei riguardi dell’Europa”, inscritte nei 10 impegni della Dichiarazione di Sibiu. Il messaggio arriva, al termine del summit di Sibiu, dal presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. La notizia di fine giornata riguarda la convocazione di un vertice straordinario il 28 maggio, per analizzare gli esiti del voto per il rinnovo dell’Europarlamento e – spiega Tusk – cominciare a discutere delle future nomine che riguarderanno i tre presidenti del Consiglio, della Commissione e della Banca centrale. Entro fine giugno (Consiglio europeo del 20 e 21) dovrebbero essere definiti i nomi, aggiunge Tusk. Il summit nella città romena si conclude in tono minore, e con una Dichiarazione che ignora la questione ambientale e il cambiamento climatico. Accordo generale tra i leader sottolineato invece dal presidente romeno Iohannis e da quella della Commissione Junker. Fra gli altri temi affrontati la questione cipriota e il rispetto dello stato di diritto nell’Unione (Romania compresa). Il premier italiano Conte, prima di lasciare il vertice, ha affermato di aver “parlato con i partner europei” della nave della Marina militare che ha soccorso 36 migranti al largo della Libia. “Ho raccolto – ha affermato – la disponibilità di Malta, Francia e Lussemburgo ad accogliere alcuni migranti”, e altre disponibilità potrebbero arrivare da Germania, Spagna e Portogallo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa