Casal Bruciato: associazioni presentano esposto alla Procura di Roma

L’Associazione 21 luglio, l’Associazione A Buon Diritto e i Radicali italiani hanno presentato poco fa un esposto formale alla procura della Repubblica riguardo ai fatti di Casal Bruciato e Torre Maura, che hanno coinvolto Casa Pound, riguardo all’assegnazione delle case popolari a famiglie rom. La notizia è stata data in un video pubblicato sui social dall’Associazione 21 luglio. “Vogliamo accertare le responsabilità nella gestione dell’ordine del pubblico, delle forze dell’ordine, del ministero dell’interno e del Comune”, spiegano. A loro avviso “sono stati commessi reati comuni, dall’incendio alle minacce, che hanno a che fare con la sedizione e l’intimidazione su base etnica”. Le associazioni, che erano presenti sia a via Facchinetti a Torre Maura, sia a via Satta a Casal Bruciato, hanno rilevato “omissioni dal punto di vista dell’ordine pubblico, perché persone intenzionate a commettere questo tipo di reati hanno avuto la possibilità di avvicinarsi alle persone assegnatarie di alloggi popolari, quindi di fatto non è stato fatto nulla per evitare la violenza”. “Chiediamo che la procura accerti se ci sono responsabilità”, precisano. “Ci auguriamo che con questo esposto – conclude Carlo Stasolla, presidente dell’Associazione 21 luglio – sia fatta luce su questi fatti, per evitare che nelle prossime settimane si ripetano questi episodi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa