Bankitalia-Istat: aumentano le attività finanziarie delle imprese, in calo quelle “reali”

La ricchezza netta delle società non finanziarie (cioè tutte le imprese ad eccezione di quelle che hanno come oggetto specifico le attività finanziarie) è stata pari a 1.053 miliardi di euro. Lo si legge nella prima pubblicazione congiunta Banca d’Italia-Istat sulla ricchezza delle famiglie e delle società non finanziarie, relativa al periodo 2005-2017. Anche per queste società, tuttavia, la componente finanziaria è aumentata a partire dal 2013 e nel 2017 è stata pari a 1840 miliardi di euro. È diminuito, invece, il valore del patrimonio reale, rappresentato soprattutto da immobili non residenziali e da impianti e macchinari. Il totale delle attività del settore ha registrato 4.943 miliardi di euro di cui il 63% costituito da attività non finanziarie. Il ricorso al finanziamento tramite titoli e prestiti è stato pari a 1.233 miliardi di euro, un ammontare contenuto nel confronto internazionale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa