Università Europea Roma: il 9 maggio nuovo incontro per il ciclo “L’urgenza come criterio metodologico del contemporaneo”

Chiara Palmisciano, Guido Traversa e Felice Testa

Proseguono all’Università Europea di Roma (Uer) gli appuntamenti del ciclo seminariale interdisciplinare “L’urgenza come criterio metodologico del contemporaneo”, organizzato dall’Ufficio di Formazione integrale dell’Ateno. Venerdì 9 maggio, dalle 9 nella sede in via degli Aldobrandeschi 190, si parlerà di “Urgenza e regolazione giuridica”, in un incontro che si svolgerà nell’ambito del corso di laurea in Giurisprudenza.
“Questo progetto – spiega una nota – prende avvio da un’attenta lettura del contemporaneo che lascia emergere chiaramente come l’urgenza sembra imporsi, in tutti campi del sapere e dell’agire, quale unico e totalizzante criterio metodologico, rispondente alle necessità derivanti tanto dal fisiologico stato di crisi connaturato agli attuali modelli economici quanto dalla trasformazione tecnologica”. Gli incontri all’Uer, prosegue la nota, “rappresentano un momento di confronto e approfondimento rivolto a studenti e professionisti accomunati dalla condivisione di valori e visione antropologica, al fine di interrogarli in merito a problemi contemporanei indagati con un approccio interdisciplinare tra saperi teleologicamente orientati al bene e ben-essere di tutto l’uomo, di ogni uomo”.
Ad aprire l’incontro del 9 magio saranno Emanuele Bilotti, coordinatore del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza all’Uer, e Guido Traversa, delegato del rettore per la Formazione integrale. Seguiranno le relazioni di Felice Testa in materia di Diritto del lavoro e della previdenza sociale, di Filippo Vari in materia di Diritto costituzionale e di Aniello Merone in materia di Diritto processuale civile. Introdurranno il dibattito gli interventi programmati dei dottorandi Nico Marra, Chiara Palmisciano e Francesco Giacchi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa