Pastorale salute: presentato oggi pomeriggio a Caserta il XXI convegno nazionale. Don Angelelli, “segno di attenzione per problematiche territorio”

“Feriti dal dolore, toccati dalla grazia” è il tema del ventunesimo convegno nazionale di pastorale della salute promosso dall’Ufficio nazionale Cei, che si terrà a Caserta al 13 al 16 maggio come segno d’attenzione per terra di lavoro e per tutta l’area circostante, spesso martoriate dai crimini ambientali. La manifestazione è stata presentata a Caserta oggi pomeriggio dal vescovo di Caserta, mons. Giovanni D’Alise, e dal direttore dell’Ufficio nazionale per la pastorale della salute della Cei, don Massimo Angelelli, moderati dal giornalista di Tv2000, Luigi Ferraiuolo, direttore dell’Ucs della diocesi di Caserta. Al convegno parteciperanno 590 partecipanti già registrati da tutta Italia e 128 relatori, per 4 sessioni plenarie e 21 sessioni tematiche. Un mega lavoro di approfondimento e di confronto intellettuale sullo stato dell’arte della salute in Italia. “La presenza del convegno nazionale della pastorale della salute in città – ha affermato il vescovo D’Alise – è un momento di grande importanza per la nostra terra. Potremo confrontarci con i maggiori esperti nazionali e creare occasioni di confronto e crescita che per questa terra, ricca di grandi tesori anche se martoriata, possono risultare fondamentali”. La quattro giorni si occuperà di bullismo ma anche delle nuove dipendenze dei minori come quelle da videogiochi o web; l’autismo, in una terra martoriata da questo problema; la salute mentale; la robotica medica a tante altre. Martedì mattina è prevista la presenza del segretario generale della Cei, mons. Stefano Russo, a Caserta, nel pomeriggio, alle 16, con una relazione dal tema “Generatori di bene”. “L’Ufficio nazionale ha chiamato a raccolta – ha spiegato don Massimo Angeletti – associazioni, ordini professionali, enti e strutture che insistono nel mondo ella salute. Realtà che convergono nello stesso luogo per conoscersi, scambiarsi idee e costruire nuove alleanze. La Commissione Cei per la carità e la salute ha scelto Caserta come sede come gesto di attenzione per le problematiche del territorio”. Al convegno parteciperanno i maggiori esperti e player nazionali e internazionali sulle varie tematiche. In particolare per la custodia del creato, lunedì 13, ci sarà a Caserta Maria Neira, direttore del Dipartimento di salute pubblica e determinanti ambientali e sociali dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa