Papa Francesco: conferenza stampa in aereo, “il colloquio con il patriarca Neofit mi ha edificato, è uomo di Dio”

“Una cosa che ho visto in ambedue le nazioni: ci sono buoni rapporti tra i differenti credo. In Bulgaria lo abbiamo visto con la preghiera per la pace. Questo è normale per i bulgari: ognuno ha il diritto di esprimere la propria religione e ha il diritto di essere rispettato: questo mi ha colpito”. Lo ha detto Papa Francesco, rispondendo alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa sull’aereo che da Skopje lo stava riportando a Roma. Riferendosi al colloquio con il patriarca Neofit, il pontefice ha affermato che “mi ha edificato tanto, è un uomo di Dio!”. “In Macedonia – ha aggiunto – mi ha colpito una frase del presidente: ‘Qui non c’è tolleranza di religione, c’è rispetto’. Si rispetta. E questo oggi, in un mondo in cui manca il rispetto per i diritti umani, per i bambini, per gli anziani, che la mistica di un Paese sia il rispetto, mi ha fatto bene”. Rispondendo a una giornalista che chiedeva dove trovi la forza per i viaggi, Francesco ha ironizzato: “Prima di tutto vorrei dirti che non vado dalla strega”. “Non so, davvero – ha aggiunto -. È un dono del Signore. Quando io sono in un Paese mi dimentico di tutto, ma non perché io voglia. Mi viene da dimenticarmi e soltanto sono lì. E poi questo mi dà perseveranza”. Il Papa ha poi raccontato che “io nei viaggi non mi stanco. Poi mi stanco, dopo”. “Credo che il Signore mi dia forza. Io chiedo al Signore di essere fedele, di servirlo, che questi viaggi non siano fare turismo. E poi…non faccio tanto lavoro!”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa