Migranti: delegazione del Vaticano guidata dal card. Krajewski in visita nei campi profughi di Lesbo

Mons. Konrad Krajewski

Da oggi e fino al 10 maggio una delegazione del Vaticano visiterà i campi profughi di Moria e Kara Tepe nell’isola di Lesbo, in Grecia. La delegazione è guidata dal cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere di Sua Santità, insieme a mons. Sevastianos Rossolatos, arcivescovo di Atene, mons. Jean-Claude Hollerich, arcivescovo di Lussemburgo e presidente della Comece (gli episcopati dell’Unione europea), Tanja Zwack, responsabile della Commissione internazionale cattolica per le migrazioni (Icmc) ad Atene, rappresentanti di Caritas Hellas e della Comunità di Sant’Egidio. La visita fa seguito alla visita di Papa Francesco a Lesbo il 16 aprile 2016, insieme al patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I e H.B. Hieronymus II, arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia. “Vuole esprimere la vicinanza del Papa e della Chiesa cattolica ai richiedenti asilo e ai rifugiati in Grecia e cercare di far rivivere sentimenti di solidarietà in Europa”, spiega una nota dell’Icmc. “Papa Francesco, così come il Patriarca Bartolomeo I e l’arcivescovo Hieronymus II – conclude la nota -, continuano a preoccuparsi della situazione dei migranti presenti a Lesbo. Papa Francesco è ben consapevole del grande lavoro svolto da Caritas Hellas e dalle organizzazioni caritative della Chiesa ortodossa a favore dei migranti”. La Comunità di Sant’Egidio si è occupata della logistica della missione, in collaborazione con la Sezione Migranti e rifugiati del Dicastero per la promozione dello sviluppo umano integrale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa