Papa in Bulgaria e Macedonia: arrivato a Skopje, il programma della giornata

Il Papa è arrivato in Macedonia, per l’ultima tappa del suo 29° viaggio apostolico, che lo vedrà intrattenersi nella terra natale di Madre Teresa una decina di ore e pronunciare cinque discorsi, compresa l’omelia della Messa in piazza Macedonia. All’arrivo all’aeroporto di Skopje, il Papa è stato accolto dal presidente uscente della Macedonia del Nord, Gjorge Ivanov. Due bambini in abito tradizionale gli hanno offerto simbolicamente in dono pane, sale e acqua. Dopo gli onori militari, il presidente della Macedonia del Nord e il primo ministro, Zoran Zaev, hanno accompagnano alla macchina il Santo Padre che si è trasferito al palazzo presidenziale, per la cerimonia di benvenuto, la visita di cortesia e l’incontro privato. Poi il primo discorso in terra macedone, rivolto alle autorità, alla società civile e al Corpo diplomatico. Il culmine della “prima volta” di un Papa in Macedonia sarà il momento dedicato a Madre Teresa, con la visita al Memoriale costruito dove si trovava la chiesa del Sacro Cuore, distrutta nel terremoto del 1963, dove Madre Teresa è stata battezzata. Sempre nel Memoriale, visitato da circa 100mila persone all’anno, è in programma anche un momento di incontro con i poveri assistiti dalle Missionarie della Carità e un momento di incontro con i parenti di Madre Teresa. Poi il Papa benedirà la prima pietra del Santuario che si costruirà lì, dedicato a Madre Teresa. Alle 11.30 la Messa in piazza Macedonia, dove sono attese oltre 10mila persone, e il pranzo nel vescovado. Due gli incontri del pomeriggio: nel centro pastorale della diocesi, con i giovani, a carattere sia ecumenico che interreligioso, e con il clero, nella cattedrale del Sacro Cuore di Gesù. Poi in aeroporto per la cerimonia di congedo e la partenza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa