Diocesi: Vicenza, sabato Giornata di preghiera per le vocazioni “Come se vedessero l’invisibile”

“Come se vedessero l’invisibile” è il titolo della Giornata di preghiera che l’Ufficio diocesano per la pastorale delle vocazioni di Vicenza propone sabato prossimo, 11 maggio, dalle 14.30 nel seminario a Borgo Santa Lucia. L’appuntamento, organizzato in concomitanza con la 56ª Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, che si celebra domenica prossima, avrà un significato particolare per la Chiesa vicentina. Quest’anno, infatti, ricorrono i 25 anni di vita del Gruppo Sichem, un percorso che ogni anno si rinnova per aiutare i giovani dai 20 ai 30 anni a riflettere sulla propria vocazione giungendo a maturare scelte di vita responsabili e generose. In 25 anni, il percorso proposto dal Gruppo Sichem, ha portato decine di giovani al matrimonio cristiano, alla scelta di entrare in seminario e dunque al sacerdozio, alla vita missionaria e religiosa. La giornata terminerà con la veglia vocazionale in cattedrale (a partire dalle 20.30). Durante la veglia, presieduta dal vescovo di Vicenza, mons. Beniamino Pizziol, ci saranno il rito di ammissione di alcuni giovani del seminario di Vicenza tra coloro che si preparano al sacerdozio, ma anche l’impegno dei giovani del Gruppo Sichem di quest’anno e un mandato particolare a tutti coloro che hanno partecipato al Sichem nel corso di questi 25 anni. Il pomeriggio in Seminario sarà scandito da momenti di dialogo e laboratori che andranno ad approfondire il tema della vocazione vissuta nel presente e nel futuro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa