Brasile: i vescovi approvano gli orientamenti pastorali per i prossimi quattro anni e puntano a una più forte testimonianza missionaria nella realtà urbana

L’assemblea della Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile (Cnbb), riunita in questi giorni ad Aparecida, ha approvato ieri gli orientamenti generali per l’evangelizzazione per i prossimi quattro anni (2019-2023), dopo un intenso processo di dibattito e varie integrazioni proposte dai vescovi. Il portale della Cnbb riporta alcune parole di Manoel de Oliveira Filho, membro della Commissione che ha elaborato il testo.
L’idea guida, ha spiegato, è ancora una volta la chiamata a ritornare alle fonti evangeliche, a guardare l’esperienza delle prime comunità cristiane, che sono il riferimento anche per la testimonianza missionaria nella realtà di oggi, soprattutto quella urbana, dove vive gran parte della popolazione brasiliana.
Nel documento sono presenti “quattro pilastri”: la Parola di Dio e l’iniziazione alla vita cristiana; il pilastro del pane, sostenuto dalla liturgia e dalla spiritualità; il pilastro della Carità, casa dell’accoglienza fraterna e della cura delle persone, specialmente delle più fragili; il pilastro della missione, perché è impossibile avere una profonda esperienza con Dio nella comunità ecclesiale che non conduca inevitabilmente alla vita missionaria.
La realtà urbana, frammentata, carica di luci e ombre, ma anche piena di potenzialità, è definita dal sacerdote molto più che un luogo sociale geografico, ma come mentalità e cultura. “In questa realtà la Chiesa è invitata ad essere una presenza. Come a casa. Come comunità ecclesiale missionaria”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa