Azione cattolica: mons. Zuppi (Bologna), “il vero coraggio di un cristiano è l’amore”

“Avere uno sguardo contemplativo e non solo sociologico. Contemplare è anche un po’ perdersi. La compassione e la misericordia ci fanno vedere ciò che è nascosto, sono il reagente che rivela la complessità e la bellezza del mondo attorno a noi”. Lo ha detto oggi a Chianciano Terme mons. Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, nell’ambito del convegno delle presidenze diocesane dell’Azione cattolica, dal titolo “Un popolo per tutti. Riscoprirsi fratelli nella città”. Per mons. Zuppi, anche alla luce del recente Sinodo dei giovani, il compito della Chiesa è quello di “ritrovarsi nella missione, che poi è quell’agire altro cui tutti siamo chiamati, poiché è sé stessa solo se missionaria”. “Una missione – ha spiegato l’arcivescovo di Bologna -, non intesa come un’incursione di qualche audace che esce nel mondo, o come una stagione sacrificale per poi tornare al sicuro a casa. Una missione non di coraggio, ma di amore”. I cristiani infatti, ha concluso, “non sono coraggiosi ma sono gente che ama. Il vero coraggio di un cristiano è l’amore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori