Giro d’Italia: da Ecuador messaggio del parroco a maglia Rosa Carapaz in esclusiva al Sir. “Dio ti dia forza in gambe e cuore”

“Dio benedica i tuoi progetti e ti dia molta forza nel corpo e nello spirito nelle prossime tappe. Ricordati che ogni trionfo è per crescere in umiltà e semplicità e grazie per non dimenticare le tue radici e la tua gente”. Sono le parole che vengono rivolte al ciclista ecuadoriano Richard Carapaz, maglia rosa al Giro d’Italia quando mancano solo le ultime tre decisive tappe, da padre Ali Denis Calderón Mojica, parroco di El Carmelo, paese natale del ciclista, attraverso un messaggio audio inviato al Sir.
El Carmelo è un villaggio situato nella provincia settentrionale ecuadoriana del Carchi, nella diocesi di Tulcan, quasi al confine con la Colombia. Una zona montagnosa, dove la gente vive in semplicità di agricoltura e allevamento. Qui, precisamente in località Playa Alta, dove vivono ancora i genitori, Richard Carapaz è nato 26 anni fa. Grande, di conseguenza, l’attesa della popolazione. Questo il messaggio del parroco: “Dio ti benedica Richard. Sono il parroco di El Carmelo, padre Ali Dennis. Forza! Animo per le tappe che restano. Sto celebrando l’Eucaristia anche per te, mettendo sull’altare anche le tue intenzioni, la tua vita, i tuoi progetti. Che Dio ti dia tanta forza nelle gambe, nel cuore, nel sangue del Carchi, dove si sente l’odore del latte e della campagna, la gioia dell’aguapanela (la bevanda dolce tipica di quelle zone, ndr), l’ospitalità e l’affetto della gente così cara del Carchi. Tutti gli ecuadoriani sono orgogliosi di te e anch’io, che pure sono straniero, sono orgoglioso di seguire questa parrocchia che ti ha dato i natali e ti ha visto crescere con gioia e umiltà”.
Prosegue padre Calderón: “Ti chiedo di continuare con la stessa semplicità e umiltà, generosità. Ti benedico e prego perché la Vergine Maria benedica la tua sposa, i tuoi figli, la tua casa. Ti aspettiamo per la prossima festa patronale! Intanto, ti guardiamo in televisione e preghiamo per te. Ricordati del rosario che ti ho regalato lo scorso anno, dedicato alla Madonna del Carmine”.
Carapaz si è, infatti, recato lo scorso anno nel suo paese natale, in occasione della festa paesana. Attualmente vive in un altro villaggio un po’ più a sud, Julio Andrade, nei pochi periodi che trascorre nel suo Paese, essendo quasi sempre all’estero per la sua attività ciclistica. “La sua è una semplice famiglia campesina, molto credente”, spiega il parroco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo