Diocesi: Velletri, oggi intitolata a Rosario Livatino biblioteca Istituto alberghiero. Studenti impegnati in un progetto su legalità

È stata intitolata al magistrato siciliano Rosario Livatino, ucciso dalla mafia nel 1990, la biblioteca dell’Istituto professionale statale per i servizi alberghieri e la ristorazione “Ugo Tognazzi” di Velletri (Rm). La cerimonia di intitolazione è si è svolta stamattina con interventi degli studenti, del vescovo di Velletri-Segni, mons Vincenzo Apicella, di amministratori locali, magistrati e membri del centro studi e dell’associazione dedicati a Livatino. “L’evento rientra in un progetto sulla legalità che fa parte dell’offerta formativa della scuola e ha visto i ragazzi impegnati durante l’anno in attività laboratoriali su cosa significa rispettare regole e norme giuridiche – spiega al Sir Nicolino Tartaglione, docente all’Ipssar Tognazzi e direttore dell’Ufficio scuola della diocesi di Velletri-Segni –. La risposta degli studenti è stata positiva, considerando che il contesto socio-culturale in cui ci inseriamo richiede un forte impegno educativo a sostegno della legalità”. Dopo una fase di rinnovamento della biblioteca con moderne tecniche digitali, l’evento di oggi vuole stimolare un approfondimento ulteriore da parte degli studenti. “Gioventù, rispetto della legge, sacrificio della vita sono le caratteristiche che hanno portato alla scelta di Livatino – prosegue Tartaglione –. Parlare in una scuola pubblica anche del suo impegno civile da laico cristiano, come pure il vescovo ha sottolineato nel suo intervento, dice che, in termini culturali, la fede può aprire processi e far crollare pregiudizi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo