Ecumenismo: Kirill (patriarca russo) al clero di Roma, “condividiamo la gioia della Pasqua”

(Foto: don Luca Angelelli)

(da Mosca) “Quest’anno la Chiesa cattolica e quella ortodossa celebrano la Pasqua a differenza di una settimana. Apprezzo tanto che proprio in questi giorni la delegazione della Chiesa di Roma, guidata dal cardinale vicario, sia venuta qui per condividere la gioia di Pasqua”. Lo ha detto stamani il patriarca di Mosca e di tutte le Russie, Kirill, durante l’incontro con i sacerdoti della diocesi di Roma, nella lavra di San Sergio. Dopo aver espresso le sue condoglianze per i recenti atti terroristici in Sri Lanka, il patriarca ha affermato che “è ovvio che questi attentati erano mirati a colpire i cristiani, in particolare la Chiesa cattolica”. “Penso – ha aggiunto – che questi attentati siano una sfida per tutto il mondo cristiano. Dobbiamo essere uniti. Appoggiare l’un l’altro anche nella preghiera. Possiamo notare negli ultimi anni uno sviluppo delle relazioni di amicizia tra le nostre chiese”. Sottolineando l’importanza dell’incontro con Papa Francesco a L’Avana due anni fa, Kirill ha ricordato che “abbiamo discusso tante questioni importanti per le nostre Chiese, ma soprattutto abbiamo avuto la possibilità di sentirci responsabili del loro futuro”. “Le conseguenze di questo nostro incontro sono state molto positive. Ha dato una spinta per lo sviluppo delle nostre relazioni in diversi settori. È stata fondata la commissione mista per le iniziative sociali, per la collaborazione civile tra le nostre Chiese – ha ricordato Kirill –. Svolgiamo anche in collaborazione culturale il progetto dell’istituto estivo per i nostri studenti a Roma”. Quindi, un invito per i sacerdoti romani a “venire in Russia per conoscere lo svolgimento delle attività della Chiesa russa nel periodo estivo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo