Arciconfraternita Sant’Antonio di Padova: tutto pronto per il 45° Premio della Bontà. Vincitori i primari in pensione dell’Auser di Borgomanero

(Foto: Arciconfraternita Sant'Antonio)

Tutto pronto per la conclusione della 45ª edizione del Premio della Bontà dell’Arciconfraternita di Sant’Antonio di Padova, ideato negli anni Settanta per stimolare i ragazzi a riflettere ed esprimersi su un tema sociale, per quest’anno ispirato dalle parole di Papa Francesco: “Non è sufficiente non fare il male per sentirsi giusti: è necessario fare il bene e promuovere ogni bene nella società”.
Sabato 1° giugno, con inizio alle ore 21, sul sagrato della basilica di Sant’Antonio si svolgerà la cerimonia civica. Saranno presenti tutti gli allievi delle scuole vincitrici del concorso, selezionati per le tre categorie del Premio – Narrativa, Disegno e Multimediale –, e i vincitori dei Premi della Bontà 2019. Domenica 2 giugno, alle ore 11, la Santa Messa nella basilica di Sant’Antonio. Sarà presente alla cerimonia civica e alla Messa mons. Fabio Dal Cin, arcivescovo prelato di Loreto e delegato pontificio per la basilica antoniana.
Quest’anno il Premio della Bontà 2019 è stato assegnato ai primari in pensione dell’Auser di Borgomanero (No), un gruppo di 23 medici in pensione – cardiologi, dermatologi, radiologi, urologi, nefrologi – che si prende cura gratuitamente di pazienti che non possono permettersi cure specialistiche. Nel 2017 sono state visitate millecinquecento persone. Alla serata di premiazione sarà presente una delegazione composta da circa 15 persone
Per quanto riguarda il concorso riservato alle scuole italiane, la partecipazione ha superato quella della scorsa edizione: 1.017 opere partecipanti, 709 delle scuole primarie, 235 delle scuole secondarie di I grado, 53 delle scuole secondarie di II grado, 17 multimediali di singoli o gruppi, 3 fuori concorso, giunte da 49 Comuni di 36 Province in 14 Regioni, coinvolgendo 60 diverse istituzioni scolastiche e due gruppi parrocchiali di iniziazione cristiana.
Per la sezione Narrativa per le scuole primarie primo classificato è Alessio Chiovelli (classe III, B Scuola primaria “C. Colombo” di Savona), per le scuole secondarie di primo grado primo classificato Nicholas Andrews (classe II A, Istituto Comprensivo “G. A. Farina” di Vicenza), per le scuole secondarie di secondo grado primo classificato Gaia Toninato (classe II A, Istituto di istruzione superiore statale “A. Einstein” di Piove di Sacco).
Per la sezione Disegno per scuole primarie il premio va a Gabriele Sobrero (classe IV, Istituto “Suore Maestre di Santa Dorotea” di Genova-Rivarolo), per le scuole secondarie di primo grado a Edoardo Tresin (classe II, Scuola secondaria di I grado “Vincenza Poloni” – Sabinianum di Monselice), per le scuole secondarie di secondo grado a Camilla Lucrezi (classe I A, Liceo artistico “G. Manzù” di Campobasso).
Per la sezione Multimediale, vincitori sono gli alunni delle classi I, II e III della Scuola secondaria di I grado dell’Istituto comprensivo “Alto Verbano” – sezione presso l’Istituto Auxologico italiano di Piancavallo di Oggebbio, che hanno ideato, scritto e interpretato la canzone “La goccia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo