Fca-Renault: proposta di fusione per un colosso da 8,7 milioni di veicoli. Previste sinergie produttiva miliardarie

Potrebbe essere una società al 50% fra Fca e Renault il risultato della proposta di fusione che fra ieri e oggi è partita da Torino alla volta di Parigi e che, per ora, sta raccogliendo consensi sia dal sistema economico che da quello politico e soprattutto dai lavoratori.
La proposta elaborata dal Lingotto – e contenuta in una “lettera non vincolante” – prevede la creazione di una società detenuta per il 50% dagli azionisti di Fca e per il 50% dagli azionisti di Groupe Renault. Un’organizzazione paritetica con una maggioranza di consiglieri indipendenti. Il meccanismo proposto segue scrupolosamente il vincolo della pariteticità: gli azionisti di ciascuna società riceverebbero una quota azionaria equivalente nella Società risultante dalla fusione. L’aggregazione verrebbe effettuata come operazione di fusione sotto una capogruppo olandese che sarà quotata a Milano, Parigi e New York.
Ciò che più conta, tuttavia, sono le sinergie possibili dal punto di vista produttivo calcolate da Fca in oltre 5 miliardi di euro all’anno che si aggiungerebbero a quelle già presenti in Renault-Nissan-Mitsubishi. L’aggregazione delle attività – spiega la nota – metterà insieme punti di forza complementari. Il portafoglio marchi fornirebbe una copertura completa del mercato con una presenza in tutti i segmenti chiave dai marchi di lusso e premium come Maserati e Alfa Romeo, Dacia e Lada e includerebbe Fiat, Renault, Jeep e Ram così come i veicoli commerciali. A creare tutto questo sarebbero elementi tecnici come la convergenza delle piattaforme, gli investimenti possibili nei sistemi di propulsione e nell’elettrificazione e da economie di scala. Sempre Fca ha già stimato anche le “fonti” di risparmio: gli acquisti (40%), efficienze R&S (30%), produzione e efficienze delle attrezzature (20%).
Il risultato di tutta l’operazione, che Torino vorrebbero rapida ma che tale non sarà, porterebbe alla creazione del terzo gruppo automobilistico al mondo con 8,7 milioni di veicoli venduti. Per ora le Borse approvano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo