Elezioni europee: maggioranza europeista in emiciclo (dati parziali). Ppe primo gruppo, euroscettici non sfondano

(Bruxelles) Popolari primo gruppo politico all’Europarlamento con 178 seggi, seguiti dai Socialisti e democratici con 152, quindi i Liberaldemocratici (con l’apporto dei francesi di Macron) 108 e a seguire i Verdi con 67 seggi. In totale 505 seggi (su 751) che assegnerebbero una composita ma solida maggioranza “europeista” all’assemblea Ue (la maggioranza si colloca a 376 membri). Questo, almeno, stando alle proiezioni fornite alle 23.56 dall’ufficio stampa del Parlamento europeo sulla base di risultati parziali dello spoglio e di exit-poll per 27 dei 28 Paesi al voto. Gli altri seggi spetterebbero – il condizionale è sempre d’obbligo – ai Conservatori (61 seggi), a Enl (55, Gruppo Europa delle nazioni e della libertà, dove finora sedevano gli esponenti della Lega), a Efdd (53, Gruppo Europa della libertà e della democrazia diretta, con deputati pentastellati); la parte ritenuta “euroscettica” dell’assemblea si assesterebbe attorno ai 169 seggi. Quindi 39 seggi alla Sinistra unitaria (Gue), 31 ad “altri” (partiti nazionali che non hanno ancora dichiarato l’affiliazione a uno dei gruppi politici finora presenti in emiciclo), 7 Non-iscritti. Si tratta ora di attendere dati reali dello spoglio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo