Assemblea Cei: comunicato finale, “contribuire a una cultura del dialogo e della pace nel segno della reciprocità”

Durante la 73ª Assemblea generale della Cei, conclusa oggi, è stato condiviso un aggiornamento circa l’incontro di riflessione e spiritualità denominato “Mediterraneo frontiera di pace” (Bari, 19 – 23 febbraio 2020) e si è avviato il confronto sui prossimi Orientamenti pastorali della Chiesa italiana. Rispetto all’appuntamento di Bari, si legge nel comunicato finale dell’Assemblea diffuso oggi, negli interventi durante l’Assemblea “è stata sottolineata l’importanza che l’incontro si collochi all’interno di una progettualità ampia e di un censimento delle tante iniziative che già si muovono secondo la medesima prospettiva; nel contempo, si chiede che non resti un evento isolato, ma contribuisca realmente a una cultura del dialogo e della pace nel segno della reciprocità”.
Riguardo a una prima ipotesi di Orientamenti pastorali della Chiesa italiana per il quinquennio 2020-2025, “nel dibattito è emersa la condivisione per il tema dell’annuncio del Vangelo e la volontà di interrogarsi sulle azioni per portarlo avanti con uno stile di sinodalità, inteso quale metodo di riforma della Chiesa e di modalità di presenza al mondo”.
Nel contempo, “i vescovi hanno sottolineato la necessità di essenzializzare la proposta, puntualizzando alcune priorità sulla base del contesto culturale e della realtà di vita delle stesse comunità cristiane; recuperare una sintesi di fede e opere, fino a cogliere come la comunione e la missione altro non siano che nomi dell’incontro con il Signore Gesù; assumere il linguaggio della prossimità, dell’accompagnamento e della testimonianza”.
All’Assemblea generale sono state condivise, poi, alcune informazioni, la prima sul Mese missionario straordinario, indetto da Papa Francesco per l’ottobre di quest’anno. Alle iniziative della Santa Sede si aggiunge un Forum missionario (Sacrofano, 28 – 31 ottobre 2019), promosso dalla Fondazione Missio e dall’Ufficio nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese. Una seconda informazione ha riguardato la Giornata della Carità del Papa (30 giugno 2019). I dati della colletta italiana relativa al 2018 ammontano a 2.104.765,30 euro. A questa somma vanno ad aggiungersi i contributi devoluti ai sensi del can. 1271 del Codice di diritto canonico: si tratta di 4.025.275,00 euro, di cui 3.999.925,00 euro dalla Cei; 20.350,00 euro dall’arcidiocesi di Genova; 5.000,00 euro dalla diocesi di Lamezia Terme. Ulteriori 100.000,00 euro sono stati offerti dalla Cei alla Carità del Papa a favore di una specifica destinazione. Un’ultima comunicazione è stata relativa ai media della Cei (Agenzia Sir, Avvenire, Tv2000 e Circuito radiofonico InBlu), all’impegno per una loro presenza sinergica, volta a valorizzare la voce della Chiesa nel contesto culturale e sociale attuale. All’Assemblea generale, infine, è stato presentato il calendario delle attività della Cei per l’anno pastorale 2019–2020.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo