Rapporto Aif: Di Ruzza (direttore), “mai state segnalazioni di attività sospette legate al terrorismo”

“Non ci sono mai state segnalazioni di attività sospette legate al terrorismo”. A garantirlo, rispondendo alle domande dei giornalisti, è stato il direttore dell’Aif (Autorità di informazione finanziaria), durante la conferenza stampa del settimo Rapporto, svoltasi oggi presso la Sala Stampa della Santa Sede. Interpellato sul “livello basso di rischio” segnalato dal Rapporto, il direttore ha spiegato che sono due gli indicatori a determinarlo: “Le potenziali minacce e la vulnerabilità: dalla somma di questi due indicatori derivano i rischi”. Per quanto riguarda la prevenzione del terrorismo, “il livello basso di rischio – ha dichiarato Di Ruzza – ci dice che non ci sono minacce di strumentalizzazione dei patrimoni finanziari e non ci sono vulnerabilità da parte delle autorità competenti, nel gestire questo tipo di fenomeno”. Altro dato “rassicurante” per la Santa Sede, il rischio medio-basso di riciclaggio, segnalato dal Rapporto di quest’anno, relativo alle attività svolte nel 2018.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa