“#PalermoChiamaItalia”: Albano (garante infanzia), “legalità inizia da conoscenza dei diritti dei più piccoli”

L’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza (Agia), Filomena Albano, salirà sulla Nave della legalità in partenza domani pomeriggio da Civitavecchia. Durante la navigazione incontrerà gli studenti assieme alle altre autorità presenti a bordo. Nell’occasione consegnerà agli alunni delle scuole primarie presenti una copia dei volumi “Viaggio alla scoperta dei diritti dei bambini” e “La Costituzione italiana raccontata ai ragazzi”. Sempre nell’ambito della manifestazione “#PalermoChiamaItalia”, promossa da Miur e Fondazione Falcone per ricordare le stragi di Capaci e via D’Amelio, la garante Albano parteciperà alle celebrazioni istituzionali che si terranno a Palermo nell’Aula bunker dell’Ucciardone, luogo simbolo del maxiprocesso a Cosa Nostra.
“L’incontro con gli studenti presenti a bordo della Nave della legalità – afferma Albano – è un’opportunità per aiutare i più giovani a prendere consapevolezza dei diritti di cui sono titolari: conoscere i diritti è, infatti, il primo passo per difenderli e chiedere che siano attuati. Questo non solo nei rapporti con gli adulti ma anche in quelli tra coetanei. La cultura della legalità inizia dal rispetto dell’altro, delle regole e dei valori della convivenza civile e della cittadinanza attiva. Bambini e ragazzi consapevoli dei loro diritti rappresentano un primo presidio di legalità”. Per la garante, “è però responsabilità di noi adulti e delle istituzioni offrire modelli educativi che possano essere punti di riferimento, guidando i ragazzi in un percorso di crescita rispettoso di quello sviluppo sano che richiede la Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Giovanni Falcone e Paolo Borsellino rappresentano in questo senso due figure esemplari”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa