Vita religiosa: Salesiani, da domani a Torino la Consulta mondiale

Si apre domani (fino al 23) la Consulta mondiale della Famiglia salesiana, in programma fino a giovedì 23, presso la Casa Madre di Torino-Valdocco. All’appuntamento partecipano 60 persone: tre relatori-animatori, don Rossano Sala, già segretario speciale al Sinodo dei vescovi sui giovani, don Horacio López, segretario del rettor maggiore, e Lodovica Maria Zanet, collaboratrice della postulazione delle cause dei santi della Famiglia salesiana; e ben 57 persone, tra superiori e responsabili, assistenti spirituali o delegati dei diversi gruppi della Famiglia salesiana. Saranno rappresentati 26 dei 31 gruppi della Famiglia salesiana che conta quasi 300mila membri, chiamati durante il raduno a discernere insieme come cooperare per il bene dei giovani di tutto il mondo. Ad aprire i lavori il saluto del rettor maggiore, don Ángel Fernández Artime, cui seguirà la presentazione dei partecipanti e del programma delle attività, da parte del delegato del rettor maggiore per la Famiglia salesiana, don Eusebio Muñoz. Tra le relazioni quella di don Sala che illustrerà cosa rappresenta per la Chiesa e la Famiglia salesiana il Sinodo dedicato ai giovani svoltosi in ottobre del 2018 e di don Pierluigi Cameroni, postulatore generale delle cause dei santi della Famiglia salesiana. Durante i lavori verranno presentati i vari gruppi della Famiglia salesiana e date alcune comunicazioni di servizio: sul sito della Famiglia salesiana e sull’VIII congresso di Maria Ausiliatrice in programma nel prossimo novembre a Buenos Aires.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa