Nicaragua: dopo proteste per uccisione del detenuto politico Eddy Montes la Polizia circonda la cattedrale. Appelli per “rispettare la libertà di culto”

Il rettore della cattedrale di Managua, padre Luis Herrera, ha rivolto ieri un appello alla Polizia perché rispetti la libertà di culto dei fedeli cattolici che vogliono accedere nella chiesa. Anche ieri, infatti, un gran numero di mezzi della Polizia ha stazionato davanti alla cattedrale dopo i gravi fatti di sabato quando, in seguito al clima di mobilitazione creatosi dopo l’uccisione del detenuto politico Eddy Montes nel carcere di La Modelo, la Polizia ha completamente circondato la cattedrale, mentre si svolgeva un sit-in sul sagrato e, secondo alcune testimonianze, ha catturato alcuni manifestanti che stavano cercando riparo nella chiesa.
“Ho visto un video in cui la mia cattedrale è praticamente circondata dalla polizia, questo è deplorevole”, ha detto da Tegucigalpa, dove si trovava per l’assemblea del Celam, l’arcivescovo di Managua, il cardinale Leopoldo Brenes, ribadendo il suo invito al dialogo.
Sabato scorso è intervenuto con un comunicato anche il Consiglio presbiterale dell’arcidiocesi di Managua, nel quale si “abbraccia il dolore delle madri delle persone assassinate, dei prigionieri politici e di tutto il nostro popolo”. Inoltre, “alziamo la nostra voce per condannare la morte di Eddy Montes”, chiedendo nel contempo “un’indagine seria che chiarisca l’accaduto”.
La nota prosegue condannando “le aggressioni ingiuste contro i prigionieri politici che sono di nostra conoscenza per mezzo della testimonianza che essi stessi hanno trasmesso ai propri familiari”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa