Elezioni europee: Azione Cattolica Austria, appello per un governo di transizione e una campagna elettorale senza metodi denigratori

Azione Cattolica Austria (KaÖ) ha lanciato un appello a tutti i leader della politica federale affinché, nell’attuale crisi politica, mettano in atto tutte le soluzioni possibili per garantire la fiducia del popolo austriaco nelle istituzioni della Repubblica e nella democrazia: “Innanzi tutto abbiamo bisogno di un governo di transizione che sia affidabile sia a livello nazionale che internazionale”, ha dichiarato il vice presidente di KaÖ, Amin Haiderer, in una dichiarazione, nella quale ha evidenziato come sia essenziale che il nuovo esecutivo e il potere giudiziario svolgano il loro lavoro distanti da ogni possibile influenza politica. “Anche se i leader di tutti i partiti stanno già pensando alla campagna elettorale, i cittadini di questo Paese si aspettano giustamente che nella situazione attuale l’interesse politico dello Stato sia preminente, e non invece un partito politico con i suoi interessi particolari e le tattiche della campagna”, ha detto Haiderer. A nome dell’Azione Cattolica, il vicepresidente ha chiamato i deputati del Consiglio nazionale a impegnarsi ed essere particolarmente consapevoli della loro responsabilità nella situazione attuale di crisi”, che rivela che l’abbruttimento della cultura politica e dei modi spesso è facilitato dai leader politici o silenziosamente tollerato. Nell’evidenziare come le generalizzazioni populiste portano a denigrare la dignità umana e dei diritti, Haiderer ha espresso che la KaÖ si aspetta che la prossima campagna elettorale “sia gestita in modo equo e non vengano utilizzati metodi denigratori e false informazioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa