Venezuela: Unicef, “15 bambini rimasti feriti durante le proteste, proteggere l’infanzia sempre”

Secondo le prime notizie ricevute dall’Unicef “almeno 15 bambini tra i 14 e i 17 anni sono rimasti feriti durante le proteste di piazza in Venezuela di due giorni fa. Le proteste in strada, potenzialmente violente, in Venezuela stanno esponendo i bambini e i giovani a ferite e pericoli. Esorto tutti coloro che sono coinvolti ad adottare misure immediate per proteggere i bambini da qualsiasi tipo di violenza”. Lo afferma Henrietta Fore, direttore generale dell’Unicef, ricordando l’azione umanitaria che stanno portando avanti in Venezuela per cercare di soddisfare i bisogni primari dei bambini e delle famiglie. L’Unicef e i suoi partner forniscono vaccini, trattamenti antimalarici, kit di ostetrica e integratori vitaminici e minerali. Per aiutare i bambini a far fronte allo stress della violenza sono stati allestiti spazi a misura di bambino a Caracas, Zulia e in altre località del paese. Forniscono inoltre acqua potabile sicura, forniture igieniche e kit didattici e ricreativi per gli studenti. L’Unicef fa eco all’appello del segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres “affinché tutte le parti coinvolte esercitino la massima cautela. I bambini e i giovani del Venezuela dovrebbero poter godere dei loro diritti alla salute, all’istruzione, alla protezione e alla partecipazione in modo sicuro e in ogni momento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo