Libertà di stampa: Mogherini (Ue), rischio fake news su processi democratici ed elezioni

Nella dichiarazione in vista della Giornata mondiale della libertà di stampa Mogherini aggiunge: “La 26ª commemorazione mondiale di quest’anno verte sulle sfide cui i mezzi di comunicazione si trovano confrontati quando le elezioni si svolgono in tempi dominati dalla disinformazione, ma evidenzia anche il potenziale dei media per sostenere la democrazia, la pace e la riconciliazione. La disinformazione può avere un forte impatto negativo sui processi democratici e sui dibattiti pubblici in tutto il mondo, e l’Unione europea non fa eccezione”. Per questo motivo “abbiamo lanciato il Piano d’azione Ue contro la disinformazione, che rafforza la risposta europea per rendere le nostre società più resilienti alla disinformazione. Il piano mira a migliorare il riconoscimento delle notizie false, coordinare e integrare meglio le azioni dell’Unione e degli Stati membri, mobilitare il settore privato perché mantenga gli impegni presi, sensibilizzare l’opinione pubblica e rafforzare il ruolo svolto dai cittadini”. Per l’Alto rappresentante “una democrazia sana si basa su un dibattito pubblico aperto, libero ed equo: è nostro dovere proteggere questo spazio e non consentire a nessuno di diffondere notizie false che alimentino l’odio, la divisione e la sfiducia nei confronti della democrazia”.
Infine: “l’Ue promuove mezzi di comunicazione liberi ed equi non solo al suo interno, ma anche a livello mondiale nei nostri rapporti con i paesi terzi, finanziando tra l’altro progetti mirati volti a migliorare il giornalismo di qualità, la libertà di stampa e l’accesso all’informazione pubblica. Con un giornalismo libero soggetto a pressioni sempre più forti, l’Ue ribadisce la propria determinazione a difendere la libertà di stampa e dei media all’interno dei suoi confini e in tutto il mondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo